Editoriali »

18 Novembre 2019 – 12:19 |

C’è parecchia indifferenza nella sinistra europea e italiana in particolare per le lotte in corso in Medio Oriente, Questo è particolarmente vero per il Libano (le uniche manifestazioni di solidarietà sono venute da libanesi negli Usa). Una indifferenza doppiamente colpevole perché in parte “copre” le responsabilità dell’imperialismo europeo e italiano in particolare, ma anche perché impedisce di capire una battaglia che è componente imprescindibile della …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati
Internazionale
Comunismo
Documenti
Lotte
Home » Comunicati, Lotte, Repressione

Comunicato sull’udienza d’appello per i fatti del 15 Ottobre

Inserito da on 13 Febbraio 2014 – 07:44

 728

 Sabato 8 febbraio, ore 9:00, un gruppo di circa quaranta persone provenienti da Teramo, Viterbo e Roma, si ritrova a Piazzale Clodio, di fronte al tribunale, per testimoniare la propria solidarietà nei confronti di Davide, protagonista di questa lotta che si protrae ormai da più di un anno e diventato per noi simbolo di enorme statura morale. Riusciamo ad entrare alle 9:30 circa, presidiando nell’anticamera dell’aula fino alle 13:00, orario in cui ci comunicano il verdetto del secondo grado di giudizio in Corte d’Appello : decaduta l’accusa di evasione, la condanna ammonta ad anni sei agli arresti domiciliari per devastazione e saccheggio. Davide può tornare a casa, a Teramo, evitando così di essere ancora “sballottato” malamente tra un istituto penitenziario e un altro, avvenimento verificatosi troppo spesso in questo periodo di detenzione di dubbia giustizia e motivazione.

Ci rallegriamo per il ritorno a casa di Davide già avvenuto ormai, in quanto la sua particolare situazione familiare sarà ora più lieve con lui a Teramo e perché finalmente sembra finito il trattamento sfavorevole dovuto al suo incessante operare da comunista solidale con i proletari anche in galera. Resta ferma la nostra rabbia per una condanna così grave fondata su prove inesistenti: il sorriso di Davide in una foto rappresenterebbe infatti la compartecipazione morale al reato di Devastazione e saccheggio, mero espediente di repressione politica. Così come resta ferma la rabbia per le altre condanne dei ragazzi del 15 Ottobre, condanne altrettanto gravi per fatti pressoché insignificanti.

A devastare e saccheggiare è il capitale! La libertà è nel cuore di chi lotta!

Combat Viterbo

Tags: , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.