Editoriali »

15 Gennaio 2020 – 09:05 |

Traduciamo e pubblichiamo un nuovo articolo dell’Alliance of Middle Eastern and North African Socialists (Alleanza dei socialisti del Medio Oriente e del Nord Africa) sull’ultima ondata di proteste di massa in Iran.
———————-
Le eloquenti dichiarazioni e gli slogan espressi dall’ultima ondata di proteste di massa in Iran sembrano segnalare che la rivolta è entrata in una nuova fase. Gli sforzi del regime per far deragliare le …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati
Internazionale
Comunismo
Documenti
Lotte
Home » Lotte

Aperto nuovo fronte di lotta in Campania

Inserito da on 28 Maggio 2014 – 20:11

Stamattina, si è svolto il primo tavolo di trattativa tra i lavoratori della ETM, ditta esterna che svolge manutenzione impianti per Ikea di Casoria e di Baronissi, e l’azienda, alla presenza del SI-Cobas di Napoli.

Alcuni operai che svolgono mansioni di elettricisti e manutentori, con contratto metalmeccanici full-time a tempo DETERMINATO, che lavorano per il Consorzio di cooperative Hydra, la quale ha a sua volta subappaltato a ETM impianti SRL, lamentavano una continua contrazione del salario da quando lavorano e in più straordinari e notturni non pagati. L’analisi della busta paga ha evidenziato una serie di innumerevoli irregolarità!

Stamattina un delegato del Si-Cobas di Napoli ha incontrato i responsabili della ETM nella loro sede a Melito, insieme ai lavoratori di Casoria e a di Baronissi.

Ancora una volta si è confermato che i padroni appena sentono parlare di sindacato di base si tremano… evidentemente Cgil-Cisl-Uil li hanno abituati a fare quel che vogliono.

Il “tavolo” è durato quasi 5 ore, al termine delle quali è stato strappato l’impegno dell’ETM a corrispondere consistenti aumenti salariali, a pagare lo straordinario in misura quasi regolare e a ritirare una lettera disciplinare che era stata loro contestata ad alcuni lavoratori nelle scorse ore in risposta alla lettera dei lavoratori stessi.

La prossima settimana l’azienda darà una risposta definitiva alle richieste dei lavoratori, e a quel punto rivendicheremo un’impegno scritto affinchè alla scadenza del contratto sia prevista l’assunzione a tempo indeterminato!

Trattandosi di lavoratori precari, quindi ultraricattati e con addosso la spada di Damocle del mancato rinnovo del contratto (che scadrà a febbraio) si tratta di un risultato che, se confermato, sarebbe a dir poco sorprendente.

Inoltre è importante far conoscere questa esperienza anche al fine di collegarla con le lotte di ben più ampie dimensioni che si stanno sviluppando nelle cooperative Ikea di Piacenza.

L’ esperienza dimostra ogni giorno come “SOLO LA LOTTA PAGA” sia tutt’altro che uno slogan: i padroni stravincono nei luoghi di lavoro principalmente fin quando i lavoratori hanno paura e rinunciano a difendersi; non appena questi ultimi iniziano ad alzare la testa, qualche risultato arriva quasi sempre!

Tags: , , , , , , ,