Editoriali »

4 Maggio 2020 – 09:11 |

Da un mese in Libano sono riprese le proteste di piazza. Il lockdown imposto per la pandemia aveva temporaneamente liberato il nuovo governo dall’assedio dei dimostranti. Ma senza la possibilità di lavorare e senza ammortizzatori sociali, un libanese su cinque è alla fame, letteralmente. Il virus è meno letale della miseria provocata da una borghesia corrotta e sfruttatrice. Mentre i più ricchi fuggono sui loro …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Archivio per la Categoria

Articoli in Repressione

[Piacenza] La polizia carica il picchetto dei lavoratori IKEA

29 Ottobre 2012 – 17:07 |

Riceviamo da Piacenza:
Alle ore 6,00 [di stamani 29 ottobre, ndr]  polizia e carabinieri attaccano il picchetto e feriscono i lavoratori. Uno e’ in ospedale ferito alla testa. Alle ore 8,00 il picchetto resiste ancora e ai poliziotti non resta che schierarsi per intimidire: ci fanno un baffo non ci fanno paura! Loro sono costretti a deviare i camion in un’altra porta, non riusciamo a coprire …

Parigi, ottobre 1961:massacro razzista

17 Ottobre 2012 – 21:51 |

Parigi, 17 ottobre 1961.
Lo stato di emergenza fu introdotto da una legge speciale del 3 aprile 1955 in Algeria, allora dipartimento d’Oltremare. Nello stato d’emergenza, a livello locale i prefetti possono imporre il coprifuoco, il divieto di assembramento (di assemblea), e la libertà di perquisizione anche delle abitazioni senza mandato. Il governo lo può imporre per 12 giorni. Il parlamento può prorogarlo per 3 mesi.
La …

[Perù] La protesta sociale riesce a far sospendere temporaneamente il progetto minerario a Cajamarca

24 Agosto 2012 – 14:42 |

Giovedì scorso il primo ministro Juan jimenez ha dichiarato che il progetto ‘Conga’ è temporaneamente sospeso.
Il progetto ‘Conga’ è un progetto minerario per l’estrazione dell’oro nella regione di Cajamarca; dal 2010 i suoi abitanti hanno iniziato scioperi e manifestazioni contro il progetto  tenuto conto che la sua costruzione richiederebbe lo svuotamento di 4 laghi naturali che costituiscono il principale approvvigionamento idrico della regione, la cui …

[Sudafrica] Piombo “democratico” contro gli operai

17 Agosto 2012 – 20:26 |
[Sudafrica] Piombo “democratico” contro gli operai

Erano in 3000, i poliziotti del governo democratico del Sudafrica, che sono andati a sparare sui minatori in sciopero della Company britannica Lonmin, a Marikana, 100 chilometri a N/O di Johannesburg.
Secondo fonti sindacali, 36 operai sono rimasti sul terreno, uccisi dal piombo del governo guidato dall’ANC ( African Natinal Congress ), il partito del Nobel Nelson Mandela: “l’antirazzista”, “il democratico”, “il perseguitato per la giustizia”… …

Colombia, la strage continua

11 Agosto 2012 – 13:02 |

Nella foto: 2012 Colombia, indigeni di Cauca cacciano fuori i soldati dal loro territorio
L’Organizzazione nazionale indigena della Colombia (NIOC) ha riferito che nel corso dell’anno 2012 nel Paese sono stati uccise 54 persone delle comunità indigene. L’ organizzazione ha pubblicato un rapporto in cui viene denunciata la repressione e le violenze che le popolazioni indigene della Colombia subiscono quotidianamente .
Nel documento viene fatto notare che …

[Genova] Sgomberata casa occupata Giustinani 19

10 Agosto 2012 – 17:53 |

Martedì scorso a Genova è stata sgomberata la Casa Occupata in Via dei Giustiniani nel cuore dei vicoli del centro storico. In pochi mesi, questa realtà ha promosso decine di iniziative, momenti di confronto, assemblee, in un’ottica anticapitalista senza cercare alcun appoggio dalle istituzioni.
Ieri,  martedì  7 agosto,  è stata sgomberata la casa occupata di via Giustiniani 19.
All’interno dei suoi spazi una ventina di compagne e …

[Napoli] Ancora denunce per le contestazioni al sindaco De Magistris

2 Agosto 2012 – 08:22 |

NUMEROSE DENUNCE A SEGUITO DELLA CONTESTAZIONE AL SINDACO DE MAGISTRIS

Nella giornata di ieri, con modalità assurde anche per i consueti iter burocratici, abbiamo appreso della partenza di numerose denunce verso militanti del Laboratorio Politico Iskra. E’ l’ennesimo atto repressivo nei confronti di chi lotta quotidianamente sui territori devastati dal malaffare e dai giochi di potere di chi ha governato la città negli ultimi venti anni, …

[Usa] Quinta notte di proteste ad Anaheim

27 Luglio 2012 – 16:37 |

Quinta notte di scontri e proteste in California dopo l’uccisione di due ragazzi da parte della polizia di Anaheim. La scorsa notte la polizia ha arrestato 24 persone coinvolte negli scontri.

Sabato scorso Manuel Diaz un ragazzo di 24 anni, è stato ucciso in strada dopo aver tentato la fuga da un controllo di polizia. Disarmato, non aveva provocato alcun tipo di offesa verso …

Sulle condanne per Genova 2001

15 Luglio 2012 – 13:41 |

center>
Questo Stato è impunito e cattivone.
La sua legge non è uguale per tutti.
Devasta, saccheggia, picchia e spara, ma non processa se stesso, non ficca in galera i suoi uomini armati.
Quel che è peggio, non garantisce il nostro diritto all’antagonismo.
Sospende la sua democrazia e, appena può, ci impedisce di contestare il suo sistema, ci ferma, ci arresta, ci processa, ci incarcera, ci uccide.
Il problema sembra …

Omaggio a Bernardo Vàsquez Sànchez

19 Giugno 2012 – 11:56 |

La sera del 15 marzo scorso in un’imboscata tesa da due uomini armati a San José del Progreso (regione delle Valles Centrales dello Stato di Oaxaca, Messico), veniva ucciso Bernardo Vásquez Sánchez, dirigente del Consejo de Pueblos Unidos en Defensa del Valle de Ocotlàn (CPUVO). Bernardo, ultimo di una lunga serie di militanti assassinati da sicari al soldo delle imprese estrattive, era uno dei …

Viterbo, comunicato sulla perquisizione del 1° giugno

6 Giugno 2012 – 11:58 |

L’ acuirsi della crisi che il capitale vive dal 2008 esige come risposta per la ripresa dei propri profitti una “semplice” ricetta: compressione dei salari, aumento dello sfruttamento, intensificazione dei ritmi di produzione, allungamento dell’orario lavorativo,straordinari e,allo stesso tempo, precariato e cassintegrazione, che i padroni non pagano.
Per uscire dalla crisi, al Capitale occorre avere la pace sociale, e così all’uopo interviene lo Stato con le …

?php get_sidebar(); ?>