Editoriali »

18 Novembre 2019 – 12:19 |

C’è parecchia indifferenza nella sinistra europea e italiana in particolare per le lotte in corso in Medio Oriente, Questo è particolarmente vero per il Libano (le uniche manifestazioni di solidarietà sono venute da libanesi negli Usa). Una indifferenza doppiamente colpevole perché in parte “copre” le responsabilità dell’imperialismo europeo e italiano in particolare, ma anche perché impedisce di capire una battaglia che è componente imprescindibile della …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati
Internazionale
Comunismo
Documenti
Lotte
Home » Editoriali, Recensioni

Recensioni: Sampta Pal – Con il sari rosa

Inserito da on 28 Gennaio 2013 – 21:42

Sampat Pal è una donna di bassa casta, del nord dell’India, che si ribella contro la società al fine di aiutare tutti coloro che sono in condizioni di subire continuamente violenza, in particolare le donne. Con questo obiettivo fonda una banda chiamata la Banda Gulabi, l’esercito del sari (abito tradizionale indiano) rosa.

Sampat Pal non avrebbe dovuto andare a scuola. Nel suo villaggio, nel nord dell’India, questo era un privilegio riservato agli uomini. Tuttavia, è riuscita ad imparare a leggere e scrivere e, vedendo l’ingiustizia con cui sono trattati i poveri e le donne dalle caste superiori e da parte delle autorità, ha deciso di dire ‘no’ alla legge degli uomini. Invece di incrociare le braccia, ha organizzato l’esercito più straordinario della storia dell’India. Un esercito di donne, vestite in sari rosa e armate di bastoni, pronte a difendersi e ad esigere giustizia dove necessario. E ‘l’esercito del sari rosa’ e questo libro racconta la storia della sua leggendaria fondatrice. 

”L’esercito del sari rosa” nasce nel marzo del 2006, con appena 25 “soldatesse”. Una banda composta esclusivamente da donne, tutte alle prese con povertà ed emarginazione sociale di età compresa tra i 40 e i 60 anni, disposte a resistere e combattere con ogni mezzo l’egemonia maschile.
Molte di loro erano vedove, costrette ad osservare il lutto per tutto la vita, senza diritto di alfabetizzazione per il semplice fatto di essere donne. Il loro “capo” una contadina indiana di nome Uttar Pradesh Sampat Pal Devi ha insegnato loro come dire “basta” a tutto questo.
Sampat ha dovuto combattere contro i suoi genitori per cercare di frequentare le scuole.
“La nostra società è dominata dagli uomini. Le donne devone solo essere educate al lavoro. Questo dovrebbe aver risolto tutti i nostri problemi” è questa la realtà contro la quale Sampat si scontra ogni giorno.
Queste donne, doppiamente discriminate (dalla condizione di genere e di casta), come la maggiorparte delle donne in India, hanno trovato la forza di ribellarsi a delle tradizioni all’apparenza immutabili di una società.
L’esercito delle donne con il sari rosa nel frattempo è cresciuto, arrivando oggi al numero di 100.000 “reclute”.
La loro lotta ha costretto la polizia a registrare sempre più i casi di stupro, e ad incentrare l’attenzione della popolazione sulla violenza perpretrata dai mariti contro le mogli. Ma ha anche ottenuto che alcuni uomini oggi fanno parte del loro “esercito”. E forse questo è una delle vittorie  più grandi.

“Con il sari rosa” Sampta Pal edizioni Paperback, giugno 2011

Tags: , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.