Editoriali »

15 Gennaio 2020 – 09:05 |

Traduciamo e pubblichiamo un nuovo articolo dell’Alliance of Middle Eastern and North African Socialists (Alleanza dei socialisti del Medio Oriente e del Nord Africa) sull’ultima ondata di proteste di massa in Iran.
———————-
Le eloquenti dichiarazioni e gli slogan espressi dall’ultima ondata di proteste di massa in Iran sembrano segnalare che la rivolta è entrata in una nuova fase. Gli sforzi del regime per far deragliare le …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati
Internazionale
Comunismo
Documenti
Lotte
Home » Comunicati, Lotte

Solidarietà a chi lotta per la dignità di un lavoro

Inserito da on 23 Agosto 2013 – 12:53

Comer

11/09/13: con Matteo Valentini licenziato da Comer Industries

Mercoledì 11/09/13 alle 13.00 presso il Tribunale di Reggio Emilia si terrà la seconda udienza per il reintegro di Matteo Valentini, licenziato il 06/06/13 da Comer Industries. Alla prima udienza del 20/08/13 la controparte aziendale non si è presentata, dicono causa “mancata notifica” (fatto strano che le notifiche arrivino puntualmente solo ai lavoratori), quindi il giudice ha rinviato l’appuntamento.

In occasione della prima udienza, così come il 20/06/13 davanti alla fabbrica di Cavriago, si è tenuto un presidio di solidarietà con Matteo che ha visto la partecipazione spontanea, a fianco di operai della Comer, di disoccupati e lavoratori di diverse categorie oltre a rappresentanti CUB e SI COBAS. Mercoledì 11/09/13 torneremo insieme a sostenerlo.

Ricordiamo che il pretesto che l’azienda ha usato per il licenziamento è scaturito da un diverbio nato a causa dello stress da ritmo produttivo, tra due sue colleghe di linea. Matteo si è interposto per sedare gli animi e si è presentato alla direzione insieme alle due operaie, tentando di entrare nell’ufficio del direttore di produzione per parlare di come si erano svolti i fatti.

Matteo per anni si è battuto per tutelare la salute in fabbrica (una fabbrica nella quale negli ultimi due anni il numero degli infortuni è enormemente aumentato rispetto ai periodi precedenti), subendo le pressioni continue dei capi che volevano imporre a lui, invalido, ritmi che non era in grado di sostenere.

L’aumento del numero degli infortuni alla Comer Industries, contrariamente a quello che sostengono l’azienda e i suoi sponsor, non è dovuto alla disattenzione degli operai ma all’aumento forsennato dei ritmi di lavoro imposti.

Per manifestare la nostra solidarietà a Matteo e denunciare il peggioramento delle condizioni di lavoro di tutte e tutti.

Per difendere la salute e la dignità di tutte e tutti nei luoghi di lavoro.

Per chiedere che Matteo sia reintegrato nel posto di lavoro da cui è stato arbitrariamente allontanato.

la mattina di mercoledì 11/09/2013 saremo di nuovo in presidio davanti al Tribunale di Reggio Emilia

Disoccupati e lavoratori autorganizzati solidali con Matteo

Tags: , , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.