Editoriali »

10 Novembre 2020 – 21:17 |

Centinaia di milioni di persone in USA e nel mondo non vedranno più ogni giorno in TV quella chioma rossa costata 800 mila dollari sopra quel volto da mastino sparare veleni contro gli immigrati, contro le donne, contro la natura, contro tutto ciò che non è American. Questo populismo rozzo e becero di un pescecane cresciuto con le speculazioni immobiliari che si atteggia a patrono …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Comunicati, Lotte, Repressione

Comunicato sull’udienza d’appello per i fatti del 15 Ottobre

Inserito da on 13 Febbraio 2014 – 07:44

 728

 Sabato 8 febbraio, ore 9:00, un gruppo di circa quaranta persone provenienti da Teramo, Viterbo e Roma, si ritrova a Piazzale Clodio, di fronte al tribunale, per testimoniare la propria solidarietà nei confronti di Davide, protagonista di questa lotta che si protrae ormai da più di un anno e diventato per noi simbolo di enorme statura morale. Riusciamo ad entrare alle 9:30 circa, presidiando nell’anticamera dell’aula fino alle 13:00, orario in cui ci comunicano il verdetto del secondo grado di giudizio in Corte d’Appello : decaduta l’accusa di evasione, la condanna ammonta ad anni sei agli arresti domiciliari per devastazione e saccheggio. Davide può tornare a casa, a Teramo, evitando così di essere ancora “sballottato” malamente tra un istituto penitenziario e un altro, avvenimento verificatosi troppo spesso in questo periodo di detenzione di dubbia giustizia e motivazione.

Ci rallegriamo per il ritorno a casa di Davide già avvenuto ormai, in quanto la sua particolare situazione familiare sarà ora più lieve con lui a Teramo e perché finalmente sembra finito il trattamento sfavorevole dovuto al suo incessante operare da comunista solidale con i proletari anche in galera. Resta ferma la nostra rabbia per una condanna così grave fondata su prove inesistenti: il sorriso di Davide in una foto rappresenterebbe infatti la compartecipazione morale al reato di Devastazione e saccheggio, mero espediente di repressione politica. Così come resta ferma la rabbia per le altre condanne dei ragazzi del 15 Ottobre, condanne altrettanto gravi per fatti pressoché insignificanti.

A devastare e saccheggiare è il capitale! La libertà è nel cuore di chi lotta!

Combat Viterbo

Tags: , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.