Editoriali »

5 Giugno 2020 – 10:03 |

É in corso a livello mondiale la modernizzazione e concentrazione della cantieristica, che vede la Cina ambire a raggiungere e superare gli Stati Uniti come prima potenza navale mondiale.
Negli ultimi mesi, a livello europeo sono stati siglati accordi di cooperazione a vario titolo tra alcuni grandi gruppi al fine di poter competere, con accresciute dimensioni ed economie di scala, contro i giganti statunitensi, asiatici – …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Comunicati, Internazionale, Lotte

Appello per una giornata di mobilitazione a fianco dei lavoratori francesi

Inserito da on 27 Maggio 2016 – 18:35

Pubblichiamo di seguito l’appello del sindacato Si.Cobas ad una mobilitazione in appoggio alle lotte che i nostri compagni di classe stanno da tre mesi conducendo in Francia contro il Jobs Act alla francese, e in generale contro gli attacchi padronali e del governo del “socialista” Hollande.

Auspichiamo che anche in Italia i lavoratori, prendendo esempio da queste coraggiose battaglie, decidano di intraprendere un cammino analogo, con lo stesso orgoglio e autonomia di classe.

Appello per una giornata di mobilitazione a fianco dei lavoratori francesi

La mobilitazione di giovani e lavoratori in Francia contro la “legge Khomri”, equivalente transalpino del jobs act di Renzi, si è estesa a tutta la Francia e intensificata nei settori dei trasporti e delle raffinerie, con forti manifestazioni nelle piazze di numerose città che finora stanno riuscendo a tener testa alla crescente repressione degli apparati dello Stato.

I lavoratori francesi e l’ampio movimento di classe che si e’ coagulato attorno alla protesta, stanno portando avanti una lotta coraggiosa contro leggi che rendendo più facili i licenziamenti ed eliminando di fatto ogni limite di durata della giornata lavorativa, intendono sottoporre l’intera classe lavoratrice al continuo ricatto padronale e per questa via imporre un aumento dello sfruttamento e della precarietà.

Il movimento di lotta dalla Francia si è già esteso al Belgio con lo sciopero e la grande manifestazione di Bruxelles con gli stessi obiettivi. In Italia il Jobs Act è passato in un Parlamento completamente prono agli interessi dei padroni, nella pressoché totale assenza di opposizione e mobilitazione. CGIL e UIL hanno organizzato uno sciopericchio per salvarsi la faccia, e nei luoghi di lavoro sono i primi a sottoscrivere l’applicazione delle nuove norme; i sindacati “di base” hanno organizzato iniziative in ordine sparso, facendo prevalere lo spirito di parrocchia sulla necessità di unire le forze per chiamare i lavoratori a una lotta vera.

Oggi i lavoratori e i giovani francesi stanno combattendo una lotta vera, che non solo richiede la solidarietà internazionale di tutti i lavoratori almeno europei (e italiani in particolare), ma è un’occasione per iniziare anche in Italia una nuova stagione di mobilitazione e di lotta unitaria da parte del sindacalismo di classe, avviata ancora con molti limiti con lo sciopero del 18 marzo.

Per questo come SI Cobas chiamiamo tutte le organizzazioni sindacali ad una mobilitazione a sostegno della lotta dei lavoratori francesi, con manifestazione e presidio davanti al consolato francese a Milano, per sabato 4 giugno.

Questa mobilitazione vuole anche essere un passo avanti verso la creazione di un vero coordinamento internazionale e di un movimento internazionalista sul terreno reale, e per riavviare anche nel nostro paese una vera opposizione alle manovre dei padroni e del governo Renzi, superando il livello simbolico, testimoniale o nella migliore delle ipotesi parziale, su cui da tempo è assestato il movimento italiano e lo stesso sindacalismo di base.

SI Cobas

Tags: , , , , , , ,