Editoriali »

10 Novembre 2020 – 21:17 |

Centinaia di milioni di persone in USA e nel mondo non vedranno più ogni giorno in TV quella chioma rossa costata 800 mila dollari sopra quel volto da mastino sparare veleni contro gli immigrati, contro le donne, contro la natura, contro tutto ciò che non è American. Questo populismo rozzo e becero di un pescecane cresciuto con le speculazioni immobiliari che si atteggia a patrono …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Documenti, Lotte, Repressione

Contro i licenziamenti alla TNT di Teverola: Siamo tutti facchini!

Inserito da on 3 Febbraio 2014 – 22:03

gr7

Martedì 4 febbraio alle ore 5:00 appuntamento fuori ai cancelli del magazzino TNT di Teverola (CE) per opporci ai licenziamenti e dare una risposta all’ennesimo attacco padronale!

Venerdì scorso la Server Coop di Teverola (cooperativa che gestisce i lavori di facchinaggio per conto della TNT ed affiliata al consorzio Gesco) ha comunicato senza alcun preavviso la messa in cassa integrazione di 20 operai.i I lavoratori avevano gia’ finito il turno ed erano sulla via di casa, quando fuori i cancelli del magazzino della TNT sono stati affissi i 20 nomi di coloro che non sono stati assunti dalla nuova cooperativa che subentrera’ a Server Coop. In realtà si tratta del solito gioco delle 3 carte da parte di Gesco, la quale ogni 2-3 anni cambia il nome alle cooperative (che nella sostanza restano le stesse) per poter licenziare liberamente e calpestare ogni diritto dei lavoratori. I 20 lavoratori di Teverola saranno obbligati a 6 mesi di cassa integrazione più altri 6 mesi di mobilta’, vera e propria anticamera del licenziamento. Dei 20 nomi affissi sulla lista ben 11 sono facchini che hanno aderito al sindacato SI-Cobas, quasi tutti immigrati! E’ chiaro dunque che l’obiettivo della TNT e’ di colpire e isolare i lavoratori combattivi e in particolare il SI-Cobas, perche’ i padroni temono che attraverso l’autorganizzazione e la lotta, anche a Teverola si riescano a strappare i risultati ottenuti in centinaia di cooperative in tutta Italia: applicazione del contratto nazionale di categoria, rispetto degli orari di lavoro fissati dal contratto, obbligo di retribuzione di ferie, malattie, indennita’, ecc. Quest’atto di arroganza da parte della TNT e di Gesco deve ricevere un adeguata risposta da parte dei lavoratori.

Martedì 4 febbraio alle ore 5:00 appuntamento fuori ai cancelli del magazzino TNT di Teverola per opporci ai licenziamenti e dare una risposta all’ennesimo attacco padronale!

Si Cobas – Napoli
Assemblea di sostegno alla lotta dei lavoratori della logistica

Per arrivare al magazzino TNT di Teverola bisogna prendere l’asse mediano (Nola – Villa Literno) e uscire a Carinaro.

 

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.