Editoriali »

10 Ottobre 2020 – 07:52 |

Alliance of Middle Eastern and North African Socialists
Pubblichiamo la traduzione di una significativa presa di posizioneinternazionalista dello scorso settembre da parte di due compagni grecisul conflitto greco-turco, che condividiamo, ripresa dal sitoallianceofmesocialists.org“.
15 settembre 2020
Nonostante l’isteria nazionalista che la propaganda dei media di stato e i mass media alimentano in entrambi i Paesi, è evidente l’ansia delle masse popolari, tanto in Grecia che in Turchia, riguardo …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Documenti, Lotte, Repressione

Contro i licenziamenti alla TNT di Teverola: Siamo tutti facchini!

Inserito da on 3 Febbraio 2014 – 22:03

gr7

Martedì 4 febbraio alle ore 5:00 appuntamento fuori ai cancelli del magazzino TNT di Teverola (CE) per opporci ai licenziamenti e dare una risposta all’ennesimo attacco padronale!

Venerdì scorso la Server Coop di Teverola (cooperativa che gestisce i lavori di facchinaggio per conto della TNT ed affiliata al consorzio Gesco) ha comunicato senza alcun preavviso la messa in cassa integrazione di 20 operai.i I lavoratori avevano gia’ finito il turno ed erano sulla via di casa, quando fuori i cancelli del magazzino della TNT sono stati affissi i 20 nomi di coloro che non sono stati assunti dalla nuova cooperativa che subentrera’ a Server Coop. In realtà si tratta del solito gioco delle 3 carte da parte di Gesco, la quale ogni 2-3 anni cambia il nome alle cooperative (che nella sostanza restano le stesse) per poter licenziare liberamente e calpestare ogni diritto dei lavoratori. I 20 lavoratori di Teverola saranno obbligati a 6 mesi di cassa integrazione più altri 6 mesi di mobilta’, vera e propria anticamera del licenziamento. Dei 20 nomi affissi sulla lista ben 11 sono facchini che hanno aderito al sindacato SI-Cobas, quasi tutti immigrati! E’ chiaro dunque che l’obiettivo della TNT e’ di colpire e isolare i lavoratori combattivi e in particolare il SI-Cobas, perche’ i padroni temono che attraverso l’autorganizzazione e la lotta, anche a Teverola si riescano a strappare i risultati ottenuti in centinaia di cooperative in tutta Italia: applicazione del contratto nazionale di categoria, rispetto degli orari di lavoro fissati dal contratto, obbligo di retribuzione di ferie, malattie, indennita’, ecc. Quest’atto di arroganza da parte della TNT e di Gesco deve ricevere un adeguata risposta da parte dei lavoratori.

Martedì 4 febbraio alle ore 5:00 appuntamento fuori ai cancelli del magazzino TNT di Teverola per opporci ai licenziamenti e dare una risposta all’ennesimo attacco padronale!

Si Cobas – Napoli
Assemblea di sostegno alla lotta dei lavoratori della logistica

Per arrivare al magazzino TNT di Teverola bisogna prendere l’asse mediano (Nola – Villa Literno) e uscire a Carinaro.

 

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.