Editoriali »

5 Giugno 2020 – 10:03 |

É in corso a livello mondiale la modernizzazione e concentrazione della cantieristica, che vede la Cina ambire a raggiungere e superare gli Stati Uniti come prima potenza navale mondiale.
Negli ultimi mesi, a livello europeo sono stati siglati accordi di cooperazione a vario titolo tra alcuni grandi gruppi al fine di poter competere, con accresciute dimensioni ed economie di scala, contro i giganti statunitensi, asiatici – …

Leggi l'articolo completo »
Comunicati

Comunicati generici

Internazionale

Articoli di temi internazionali

Comunismo

Articoli sul comunismo

Documenti

Documenti di analisi e di informazioni

Lotte

Lotte sociali e politiche

Home » Comunicati, Lotte, Pubblicazioni

Novità editoriale: Gli “Arditi del popolo”, il PCdI e la questione della lotta armata (1921-1922)

Inserito da on 23 Gennaio 2020 – 12:17

Nel 1921 si intensifica l’attacco fascista al proletariato italiano ed alle sue istituzioni.

Sorge allora la prima organizzazione antifascista combattente: gli Arditi del Popolo.
Nasce per iniziativa di un gruppo di Arditi di guerra, ma vi aderiscono in tutt’Italia gruppi di proletari di varia provenienza politica che si uniscono dal basso con l’intento di rispondere al fascismo sul suo stesso terreno.

Per un attimo, il movimento sembra poter mutare i rapporti di forza. Poi – sotto i colpi della repressione statale – si eclissa.

Ma la repressione non spiega tutto. Un altro fattore entra in gioco: le organizzazioni “sovversive”, eccetto gli anarchici e i sindacalisti-rivoluzionari, decidono di staccare dagli Arditi del Popolo i propri militanti. Il PSI per firmare con i fascisti il vergognoso “patto di pacificazione”, il partito comunista per costituire una propria esclusiva milizia.

Se, per quanto riguarda i socialisti, ciò è spiegabile con il carattere opportunista del loro partito, paradossale appare l’astensione del PCdI da una genuina esperienza proletaria di lotta armata, attitudine avversata da molti comunisti di base.

Questo libro vuol contribuire a svelare l’enigma che si cela dietro quella scelta della direzione comunista, e a dimostrare che solo coinvolgendo le masse l’armamento del proletariato può essere vincente.

Puoi ordinare ai compagni di Pagine Marxiste-Combat (Milano), oppure scrivendo a questa mail: abbonamenti@paginemarxiste.it.

Gli abbonati sostenitori di Pagine Marxiste lo riceveranno senza spese supplementari col giornale.

Tags: , , , , , , ,