Comunicati, Documenti

18 Giugno 2012 - 12:38

Vogliamo fare alcune valutazioni in merito alla manifestazione di sabato a Milano, dopo l’aggressione poliziesca avvenuta a Basiano contro il presidio di lavoratori in sciopero.
I fatti sono a tutti noti e riteniamo inutile dilungarci sulla loro estrema gravità.
Basti dire che sono decenni che, in Italia, la polizia non interveniva con una simile proditoria ferocia contro uno sciopero di lavoratori, provocando un tal numero di feriti ed arresti.
Al punto che un po’ tutti, nel cosiddetto “movimento”, hanno pubblicamente espresso la valutazione che tale episodio possa segnare una “correzione di tiro” verso l’alto nei conflitti di lavoro.
Non ci soffermiamo più di tanto …

Comunicati

18 Giugno 2012 - 9:40

1° Torneo di Calcetto Antifascista @ Favaro (La Spezia)

Partecipano:
Autonomia Spezzina
Quartiere popolare Favaro
Rossa Gioventù Roma
Anarchici Bolognesi
Garage Pisa
Giustiniani 19 Genova
Collettivo Autonomo Massa
Senegal La Spezia
Programma:
Sabato 30 Giugno
Presso il campo da calcetto del Favaro in largo deportati ebrei
ore 11: presentazione Iniziativa
ore 12: Inizio Partite
Presso il centro sociale polivalente del Favaro (via libertà)
ore 18: dibattito: Nuovi e vecchi fascismi
ore 20: cena sociale
ore 21:30 Concerto Oi!/Hc: Luddite Riot (MS), Bava (Mi), Basta (Certaldo)
Domenica 1 Luglio
presso il campo del favaro
dalle ore 12: finali torneo
ore 18: premiazione e chiusura
info: autonomiaspezzina.wordpress.com
autonomiaspezzina@bruttocarattere.org
 
 

Comunicati, Documenti, Lotte

17 Giugno 2012 - 20:36

Sciopero ad oltranza fino alla caduta di Monti!
L’assalto all’articolo 18, ultimo fortino di ciò che resta dei diritti dei lavoratori, dopo l’incontro del 20 marzo è oramai realtà. Governo, Confindustria, Cisl e Uil, vorrebbero cancellare la «reintegra» sul posto di lavoro tramite la sentenza del giudice per quanto riguarda i “motivi economici e disciplinari”. L’unico divieto che resterebbe in piedi è quello di licenziare a causa di «motivi discriminatori», che giuridicamente è il caso più difficile da dimostrare in aula. Se lo stesso servo della prima ora, Raffaele Bonanni, per pochi minuti ha sostenuto che sarebbe stata una “ecatombe sociale”, …

Comunicati, Lotte, Repressione

14 Giugno 2012 - 17:34

volantino Milano
CONTRO IL TERRORISMO DI STATO LOTTA OPERAIA!
Lunedì 11 giugno, a Basiano, si è consumato un vero e proprio attacco terroristico di Stato contro le lotte operaie. Lavoratori immigrati della cooperativa Alma, che lavora per “Il Gigante”, vistisi messi in strada per far posto ad un’altra cooperativa subentrante, “la Bergamasca”, che paga la metà la mano d’opera, si sono messi davanti ai cancelli del loro posto di lavoro, per impedire che un pullman carico di crumiri entrasse al loro posto. La risposta che hanno avuto dallo Stato “democratico” e dal governo del professor Monti, sostenuto da tutto il marciume parlamentare, …

Comunicati, Lotte

14 Giugno 2012 - 13:33

NO AI LICENZIAMENTI! BASTA SFRUTTAMENTO E CAPORALATO!
UNITI CONTRO LA REPRESSIONE DELLO STATO E DEI PADRONI
LA LOTTA DEGLI OPERAI DI BASIANO E’ LA NOSTRA LOTTA
 
Le immagini delle cariche e della mattanza davanti ai magazzini del “Gigante” di Basiano, da parte dei carabinieri di Monza, hanno fatto il giro di tutta Italia. E con esse sono emerse tutte le ragioni degli operai e della loro resistenza.
L’accanimento contro gli operai prima licenziati, poi pestati e infine arrestati in ospedali mostra il vero volto della “crisi”: una guerra aperta ai lavoratori (ben simboleggiato dall’attacco all’art.18, e quindi a ogni garanzia sui posti di …

Comunicati, Lotte

14 Giugno 2012 - 13:30

Sull’occupazione del carroponte dell’ex-Italsider che abbiamo messo in atto per 32 ore con i disoccupati flegrei vedete il seguente link
http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=200662&sez=NAPOLI
Questo invece il comunicato del movimento subito dopo l’azione di lotta:
Oggi alcuni esponenti dei disoccupati flegrei sono saliti sulla gru dell’ex Italsider, all’interno dell’area di Bagnoli Futura, con l’intenzione di rimanerci fino a quando non gli sarà garantito un tavolo interistituzionale tra Comune, Regione e Provincia sulla tematica del lavoro legato alla riqualificazione ed al futuro dell’area flegrea.
Lo striscione esposto recita “Noi non ci suicidiamo”.

Infatti, dinanzi alla mancanza di un lavoro e di un qualsiasi salario, come disoccupati (sotto …

Comunicati, Lotte, Repressione

14 Giugno 2012 - 13:17

Dopo il processo per direttissima di eiriOggi si sono svolte presso il carcere di Basiano le prime 10 udienze di convalida presso il carcere di Monza, contro gli operai di Basiano prima licenziati, poi picchiati e infine arrestati in ospedale e spediti in cinque carceri diverse (Bollate, Lecco, Monza, Busto Arsizio, Bergamo)
Domani si svolgeranno le rimanenti 9
Questo in sintesi il risultato delle 11 udienze che si sono svolte finora
A tutti gli imputati è stato confermato l’arresto (com’era ovvio attendersi) con le seguenti misure cautelari:
1 compagno: nessuna misura cautelare
3 compagni: obbligo di firma a …

Comunicati, Lotte

14 Giugno 2012 - 13:11

Intanto al centro continua senza sosta la lotta degli ex- precari Bros… questo il comunicato dopo l’ennesimo arresto di due compagni

Comunicato stampa
Precari Bros in mare
Stamattina l’esasperazione dei tanti precari bros, dovuta all’assenza di lavoro e quindi di un reddito, è giunta all’apice! oltre 25 precari si sono gettati in mare, nelle acque del molo Pisacane, cercando di dare voce alla loro necessità di lavoro e di un salario; alcuni si sono sentiti male per la stessa agitazione e soccorsi da autoambulanze, altri sono rimasti al largo per circa due ore, quando arrivati allo stremo delle forze sono stati …

Comunicati, Repressione

6 Giugno 2012 - 11:58

L’ acuirsi della crisi che il capitale vive dal 2008 esige come risposta per la ripresa dei propri profitti una “semplice” ricetta: compressione dei salari, aumento dello sfruttamento, intensificazione dei ritmi di produzione, allungamento dell’orario lavorativo,straordinari e,allo stesso tempo, precariato e cassintegrazione, che i padroni non pagano.
Per uscire dalla crisi, al Capitale occorre avere la pace sociale, e così all’uopo interviene lo Stato con le sue infami articolazioni, magistratura e sbirraglia, per colpire -meglio se preventivamente- le avanguardie di classe, i proletari piu combattivi, tutte quelle realtà che prendono coscienza di questo orrido e barbaro presente.
E’ in questa ottica che …

Comunicati

15 Maggio 2012 - 7:44

La libertà di oggi è quella dei padroni di sfruttare,
dei servi dei padroni di fare la bella vita,
dell’intera società civile di farsi mantenere dallo sfruttamento del proletariato.
La nostra libertà di oggi è quella di scegliere tra
farci sfruttare o rimanere disoccupati, di mugugnare o suicidarci,
a seconda delle esigenze dei padroni, partecipando, quando decidono loro,
a rinnovare la loro società, i loro partiti, i loro parlamenti.
Ci dicono che, se non partecipiamo, siamo esclusi.
Ma noi pensiamo di essere esclusi da sempre, e da tutto,
dal diritto alla vita alla sicurezza di un futuro.
Ecco perchè questa non è la nostra …

Comunicati, Comunismo, Documenti

15 Maggio 2012 - 7:43

Una bomba plurifunzionale.
A ciascuno il suo utilizzo: “ fermezza e coesione, vigilanza contro l’eversione, rafforzare lo stato, combattere la mafia, fare come Falcone e Borsellino,
unire le forze politiche, difendere la scuola, far pentire e costituire gli asssassini,
lottare contro la nuova strategia della tensione…..”
le bombe non fanno piu’ Rumor!

 
Non possiamo guardare alla realtà odierna con gli occhiali del passato, ne’ possiamo usare categorie e moduli interpretativi di un mondo che non c’è piu’.
Il carrozzone della “società civile” si muove unito su binari tracciati, sicuri e di sicuro utilizzo nel senso dell’unità nazionale contro il caos.

“La mafia terrorista attacca lo stato, …

Comunicati

15 Maggio 2012 - 7:41

Nel capitalismo è l’economia, in ultima analisi,
a determinare politiche, governi e risultati elettorali.
Non il contrario.
E se la necessità storica odierna di sistema è l’unitarietà monetaria, economica, politica e militare continentale, non si torna indietro.
Nonostante frenate, contraddizioni e marce diverse,
la direzione non cambia.
Anzi.
I dati elettorali francesi soprattutto, ma anche quelli greci,
e parzialmente i primi dati tedeschi ed italiani,
misurano l’aspirazione trasversale ad una Europa
“migliore, piu’ potente, piu’ integrata”,
o al massimo si sogna un’”altra Europa”.

elezioni……..
Cambiano i servi,
restano i padroni!

 
Alla Bastiglia, questa volta, nessuna rivoluzione!
Anche se in molti, tifosi di ogni spiffero socialdemocratico, la scambieranno per …