Comunicati, Lotte

28 Luglio 2012 - 17:35

Per un partito di operai incivili, meglio selvaggi che selvaggina!
Strana vita quella degli operai. Costretti a difendere un lavoro nocivo, spesso mortale. Costretti a scegliere tra morire di lavoro e morire di tumore.
Insieme a tutta la cittadinanza.
Schiavi, o morti!
D’altra parte, senza lavoro, non si mangia. Meglio rischiare.
D’altra parte, i cinesi fanno “concorrenza sleale inquinando tutto il mondo”, e bisogna adeguarsi.
Adesso, dopo una vita avvelenata da 386 decessi negli ultimi 13 anni, la ristrutturazione del ciclo dell’acciao chiude l’Ilva, spacciandola per ambientalismo.
E la strana vita degli operai è ancora una volta costretta a scegliere tra la padella e la brace.
Eppure, …

Comunicati, Lotte

28 Luglio 2012 - 17:10

Oggi il Movimento disoccupati flegrei ha occupato per ore il tetto di una struttura all’interno della Porta del Parco dove il Sindaco De Magistris si era recato per inaugurare nuovamente, a distanza di pochi mesi, la struttura.
Alcuni aderenti al nostro Movimento si sono recati sul tetto mentre il Sindaco tagliava il nastro e brindava insieme ai suoi portaborse, giornalisti amici e zerbini vari.
Contemporaneamente, altri disoccupati del MDF, insieme a precari, lavoratori e studenti si sono radunati all’esterno dell’area di Bagnolifutura per contestare quest’ennesimo spot pubblicitario fondato sull’idea di una “Bagnoli-vetrina” che questa giunta comunale sta portando avanti: un idea campata …

Comunicati, Lotte

24 Luglio 2012 - 8:08

Sabato prossimo come solitamente avviene nella fine di luglio, ci metteremo in marcia, tutti insieme da Giaglione a Chiomonte per una marcia popolare che attraverserà la Val Clarea per finire al Campeggio Notav

Comunicati, Documenti, Lotte, Repressione

20 Luglio 2012 - 15:49

Il nome di Carlo Giuliani, come il movimento di massa di Genova 2001, non possono essere associati a pretese giustizialiste ne’ ad utopistiche quanto concertative richieste di “diritto alla libertà di manifestare”. Noi non abbiamo da chiedere galere per nessuno, e deleghiamo alla dinamica dei rapporti di forza tra le classi la possibilità o meno di lottare, nelle forme storicamente e politicamente necessarie. Restiamo per una società senza galere, senza sfruttati ne’ sfruttatori. Restiamo per il diritto all’evasione, ed alla libertà di tutti i dannati della terra.
Genova 2001 E’ finita, ma non il tempo della rivoluzione.
comunisti per l’organizzazione di classe
C …

Comunicati, Lotte

18 Luglio 2012 - 9:30

Una volta noi ferrovieri aspettavamo con ansia la firma dei nuovi contratti di lavoro.
Era per noi l’occasione di conquiste normative e di avanzamenti salariali.
Ora non è piu’ cosi’. Abbiamo paura dei contratti, perché rappresentano ormai la formalizzazione delle politiche aziendali.
Tagli di personale, aumento dell’orario di lavoro, allungamento delle tratte di condotta e di servizio sui treni, diminuzione di giornate di ferie e permessi, generalizzazione del macchinista unico su tutti i treni, turni personalizzati, aumento della produttività, diminuizione della sicurezza del servizio, abolizione del diritto al pasto, aumento dell’età pensionistica, maggiori differenze tra diversi contratti ferroviari.
Il preaccordo firmato nelle scorse settimane …

Comunicati, Documenti

17 Luglio 2012 - 8:02

Dopo la Libia il copione si ripete, riprendiamo l’iniziativa contro la nuova guerra imperialista!
Mentre si susseguono le notizie sulle “stragi di civili”, sui “bombardamenti indiscriminati” su Homs, eletta già dai media a “città-martire” della Siria, l’imperialismo della triade Usa-Ue-Israele si scopre ancora una volta “rivoluzionario” e prepara l’ennesima aggressione contro un paese che rappresenta un tassello centrale per l’accerchiamento ai danni dell’Iran da un lato, e per la definitiva “pacificazione” del Libano con l’eliminazione dello scomodo Hezbollah. Ancora una volta assistiamo alla propaganda dell’Occidente “democratico” che rispolvera il vecchio copione dell’intervento umanitario “a beneficio delle popolazioni”, sentiamo parlare di …

Comunicati

16 Luglio 2012 - 18:35

Nemmeno il gusto di portare le nostre famose “chiappe chiare”
ad abbronzarsi al mare, ci hanno lasciato.
Sono già nere dalle continue frustate governative.
Ormai, piu’ che abbronzati, siamo tutti neri incazzati.
O incazzati neri!
ADDIO CHIAPPE CHIARE.
Una volta le stagioni erano calde politicamente, e quel caldo pieno di tensione
e di lotta di classe, conquistava diritti e libertà, facendo cadere i governi.
Era soprattutto l’autunno, ad essere caldo.
Oggi, oltre quell’icona ingiallita del secolo scorso, di caldo è rimasto solo il clima,
la lotta di classe la fanno solo i padroni contro di noi,
ed i governi cadono per mano europea.
Quanto agli operai, il solleone …

Comunicati

16 Luglio 2012 - 18:34

Nasce il “Partito della rivoluzione”

Ma non eravamo noi a dover costruire il partito della rivoluzione?
Va bene che gli operai hanno altro da fare, ma non è loro interesse di classe darsi un’organizzazione per cambiare questo mondo, il partito della rivoluzione?
Bene, c’è chi ci ha fregato sul tempo, cari operai.
E’ quel puttaniere di Sgarbi ad averci scippato l’idea.

Vittorio Sgarbi ha fondato il partito della rivoluzione.

Lo ha fatto per lanciare l’”assalto al palazzo”, ed articola il suo programma di fase intorno all’”istituzione del ministero dei Beni Culturali” ed all’”abolizione delle regioni”, passando per la “disgregazione elettorale di P.d.L. e P.D “, …

Comunicati

16 Luglio 2012 - 17:12

Sabato 21 luglio – Domenica 22 luglio
Incontro-dibattito su Stato, partito e imperialismo
Sabato 21 luglio -> ore 9:30 presentazione iniziativa e introduzione. I° parte “Storia dei partiti del movimento operaio”
ore 16:00 II° parte e dibattito
Domenica 22 luglio -> ore 9:30 l’”Imperialismo oggi” a seguire dibattito
presso Via Canevari 338R
per info: redazione@combat-coc.org

Comunicati, Repressione

15 Luglio 2012 - 13:41

center>
Questo Stato è impunito e cattivone.
La sua legge non è uguale per tutti.
Devasta, saccheggia, picchia e spara, ma non processa se stesso, non ficca in galera i suoi uomini armati.
Quel che è peggio, non garantisce il nostro diritto all’antagonismo.
Sospende la sua democrazia e, appena può, ci impedisce di contestare il suo sistema, ci ferma, ci arresta, ci processa, ci incarcera, ci uccide.
Il problema sembra la “sproporzione” tra il trattamento riservato dallo stato ai suoi scherani in divisa e i decenni di galera inferti ai compagni capri espiatori.
Vuoi vedere che lo stato si è vendicato, in maniera “ingiusta”, 11 anni …

Comunicati

10 Luglio 2012 - 17:03

Tranne i macellati, sembra che tutti insorgano contro la “macelleria sociale”.
Dal sindacato al Vaticano, dai partiti a pezzi di confindustria, dagli enti locali ai sindaci alle province, ciascuno difende la propria spesa, le proprie nicchie di gestione, affari e tessere,
la propria prospettiva elettorale, intessendo rapporti, formando “nuove” coalizioni, riesumando vecchi “patti del lavoro”. Tutti uniti per il rigore si, ma con “equità”.
Eppure, il macello continua, senza alcuna equità.
E senza risposte!
Il vecchio “patto tra i produttori” di Di Vittorio, Lama e Berlinguer, trita ideologia alla base della ricostruzione e di tutte le ristrutturazioni capitalistiche, viene oggi mutuata nella salsa della …

Comunicati, Comunismo, Documenti

10 Luglio 2012 - 9:29

Il tema del lavoro umano è da lungo tempo oggetto di studio e di analisi. Storici, filosofi, teologi, politici, sociologi e altri ancora hanno affrontato la questione da molteplici punti di vista, senza peraltro che sia nata una soluzione univoca, sia cioè maturata una definizione che dica ciò che il lavoro umano è e quali sono le sue note peculiari e distintive. La categoria del lavoro, dopo molti studi, non esce in definitiva da una certa indeterminatezza.
In queste note essenziali cercheremo di mettere in evidenza alcuni tratti di fondo della questione, alcune problematiche rilevanti e, a confronto, prospettive significative di …