Home »

ROBERTO, Bernardino “Dino”

15 Luglio 2022 No Comment

(Milano, 1886 – 1966), commesso viaggiatore

 

Orfano, cresciuto nei “Martinitt”, iscritto alla sezione milanese del PSI, fu poi interventista e si arruolò volontario. Combatté sul Carso, era alla Trincea delle Frasche a fianco di Corridoni il 23 ottobre 1915, giorno in cui il sindacalista cadde, e ne descrisse gli ultimi istanti di vita. Successivamente Roberto scrisse su «Il Popolo d’Italia», per poi staccarsi da Mussolini a aderire al Partito repubblicano.

Tra i fondatori di Giustizia e Libertà, nel 1930 venne arrestato e condannato dal Tribunale speciale a dieci anni di prigione e al confino (Ventotene), dove nell’estate del 1941 fu tra i firmatari del “Manifesto per un’Europa libera e unita”, noto come Manifesto di Ventotene, elaborato da Ernesto Rossi e Altiero Spinelli. Roberto dopo l’8 settembre riparò in Svizzera.

[immagine: foto segnaletica CPC del 1935, tratta dal sito garganoverde.it]

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.