TULLI, Tullo

(Bergamo, 1903 – ?), pubblicista

Tullo Tulli in primo piano di fianco alla bandiera, tra le bare di Carlo e Nello Rosselli, funerali a Parigi il 19 giugno 1937 

 

Da studente fu attivo nel Gruppo Andrea Costa, formato da studenti bergamaschi rivoluzionari. Con l’avvento del fascismo subì numerosi arresti fino al 1930, quando emigrò a Parigi. Nel frattempo (1924) aveva aderito al PCdI col gruppo bergamasco degli ex popolari scissionisti (Partito Cristiano del Lavoro), guidato dal fratello Enrico e da Romano Cocchi, confluito nel PCdI coi “terzini”. Si affiliò alla NOI, l’opposizione trotskista, per poi passare a GL, di cui fu responsabile per la propaganda clandestina destinata al territorio italiano. Arruolatosi in Spagna nella Colonna Italiana, partecipò alla battaglia di Monte Pelato al comando della squadra Falaschi. Tornato in Francia, vi restò fino al 1940, legandosi sentimentalmente con la sovversiva Anna Colombo, operaia tessile nata nel 1899 a Castellanza ma poi trasferitasi a Milano e in Francia.

Entrambi vennero segnalati su un piroscafo di profughi che attraccò a Ciudad Trujillo (oggi Santo Domingo) nel 1940. A Ciudad Trujillo Tulli fu attivo nell’Unión Latina por la Democracia y la Libertad e direttore di «Resurgimiento», giornale fondato nel 1942, almeno fino al 1944. Collaborò a «Democracia», giornale degli emigrati repubblicani e socialisti.

Si ignorano data e luogo di morte.

 

FONTE IMMAGINE: I funerali di Carlo e Nello Rosselli  in Archivio Istoreto, fondo Isrp. Archivio fotografico originario [IT-C00-FD8299]

FONTI: ASVa

Leave a Reply